PROSEGUE TRA SPORT E ARTE LA MOSTRA NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO DI SANT'ANGELO IN VADO

Ott 14 2015

PROSEGUE TRA SPORT E ARTE LA MOSTRA NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO DI SANT’ANGELO IN VADO

Sant’Angelo in Vado– Come da tradizione da 37 anni nel terzo fine settimana di ottobre anima la Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Sant’Angelo in Vado il più blasonato motoraduno d’autunno, quello al sapor di tartufo organizzato dal MotoClub Benelli.

Ricchissimo il programma di questa edizione, con motogiri diretti alle Officine Benelli di Pesaro e alla Rocca di San Leo, più il consueto giro finale nell’Alta Valle del Metauro che conclude la tre giorni di festa. Non mancano le consuete cantine del MotoClub, aperte il sabato pomeriggio, con musica, gastronomia del territorio e il consueto divertimento che sicuramente non mancherà neppure alla tensostruttura montata nella zona del vivaio, pronta ad elargire oltre 1400 pasti e a contenere l’euforia dei presenti nelle due serate di musica dal vivo.

Organizzazione della kermesse è come sempre in mano al “Tonino Benelli”, moto club capeggiato dal presidente Daniele Cosmi, che prevede anche quest’anno arrivi da tutta Europa, oltre che naturalmente dalla penisola: “Il consueto tutto esaurito nelle realtà ricettive del territorio -commenta Cosmi- la dice lunga sulla partecipazione e quindi sull’affetto nei confronti del Motoraduno del Tartufo. Prevediamo centauri dalla Germania, dal Belgio e dall’Austria, senza contare tutti gli arrivi dal Nord e dal Sud Italia. Le condizioni metereologiche spesso spaventano più i locali: per gli amanti del mototurismo non c’è un clima ideale, c’è solo da partire e mettersi in strada per venire a Sant’Angelo”.

Ma il motoraduno vadese prova anche a proporre un connubio innovativo tra motori rombanti e contemplazione artistica: a tutti gli iscritti verrà fatto omaggio di un ingresso alla Domus Del Mito, ritrovamento archeologico tra i più importanti dal dopoguerra, antica domus romana con pavimenti mosaici policromi.

mosaico della Domus

mosaico della Domus

L’arte accompagnerà tutto questo secondo week-end poichè continueranno le mostre nelle residenze storiche della città: a palazzo Nardini la mostra “Segni d’arte contemporanea”, a palazzo Mercuri esporranno delle loro personali invece Florindo Rilli, Giordano Aloigi, Jessica Sensi e Jessica Traversa, a palazzo Maroncelli invece l’associazione Tartufai Vadesi mette in mostra le foto storiche dei grandi tartufai del passato e del presente, assieme a cimeli e antichità che raccontano la professione del cavatore. Nella bottega del pittore Angelo Marini in via Canale invece sarà possibile visitare la sua mostra personale “Trilogy”.

 

PerInfo:
•Segreteria Mostra del Tartufo tel. 0722 810093
mail: info@mostratartufo.it
•Cooperativa Sociale il Cerchio – Guida Turistica Specializzata Cristina dott.sa Stefani
tel. 347 9782936 mail: info@guidaurbino.com info@guidagradara.com