TUTTO PRONTO PER 45ESIMA MOSTRA MERCATO NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO DI SAN MINIATO

Ott 26 2015

TUTTO PRONTO PER 45ESIMA MOSTRA MERCATO NAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO DI SAN MINIATO

Confermata la formula dei quattro weekend anche per la 45esima edizione della Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Bianco di San Miniato.

Il Presidente della Fondazione San Miniato Promozione, Delio Fiordispina scioglie le riserve sull’eventuale riproposizione del quarto fine settimana dell’evento clou dell’autunno della Città della Rocca. Si comincia il 14 novembre con il taglio del nastro in piazza del Seminario, per poi proseguire domenica 15 con stand, degustazioni e molte altre novità, poi 21 e 22, 28 e 29 novembre fino alla grande chiusura a tema natalizio il primo weekend di dicembre (5 e 6).

L’antico centro storico di San Miniato, con le caratteristiche vie e le storiche piazze, diventa il più grande laboratorio del gusto a cielo aperto d’Italia, dove buongustai e visitatori si incontrano per apprezzare le eccellenze dell’enogastronomia. Alla corte di Re tartufo bianco ci saranno illustri cortigiani come: il vino dei vignaioli di San Miniato, l’olio extra vergine d’oliva, i prelibati salumi, i dolci tipici locali, formaggi ed altri prodotti di qualità della gastronomia. Più di 120 espositori presenteranno le eccellenze enogastronomiche locali, della Toscana e di tutta Italia.

Visto il successo della precedenza edizione, riconfermata nella bellissima Piazza del Seminario, l’Officina del Tartufo, curata da Cesare Andrisano, dove verranno preparati piatti al tartufo a cura di importanti chef nazionali ed internazionali. Personaggi dello spettacolo, dello sport e della cultura verranno insigniti del prestigioso riconoscimento di “Ambasciatore del Tartufo di San Miniato”.

C’è uno sforzo molto grande da parte della Fondazione San Miniato Promozione per allungare la stagione del tartufo e costruire maggiori opportunità per gli operatori che vi parteciperanno e per quelli del centro storico di San Miniato. La Mostra di San Miniato continuerà a distinguersi con le sue attrazioni cresciute negli anni, la ricerca dimostrativa del prezioso prodotto, degustazioni di vini, le delegazioni di ospiti nazionali e internazionali.

“Le novità di questa edizione – dichiarano Delio Fiordispina e Cesare Andrisano, presidente e vice presidente della Fondazione San Miniato Promozione – riguarderanno principalmente i contenuti culturali che caratterizzeranno la Mostra; infatti nell’evento di San Miniato vi saranno importanti iniziative collegate al centenario dalla nascita dell’artista Alberto Burri, curate dall’Istituto del Dramma Popolare, e altri eventi collegati alla ricorrenza dei novecento anni dalla scomparsa di Matilde di Canossa, figura importante anche nella storia di San Miniato”. “Siamo soddisfatti del lavoro impostato anche quest’anno sul territorio comunale. San Miniato e il suo territorio sono sempre di più Città del tartufo tutto l’anno. Le iniziative sono cresciute in quantità e qualità – dichiarano il sindaco Vittorio Gabbanini e l’assessore al turismo Giacomo Gozzini -. Siamo sicuri che i visitatori, ancora una volta, non resteranno delusi di fronte alle eccellenze del territorio di San Miniato”.

La Mostra, come di consueto, è preceduta da tutti gli altri consueti appuntamenti nel territorio di San Miniato dedicati al tartufo: La Serra (26-27 settembre), Corazzano (3-4 ottobre), Balconevisi (17-18 ottobre), Ponte a Egola (24-25 ottobre), San Miniato Basso (7-8 novembre). Aspettando Cigoli (19, 20 marzo 2016).

Il Comune di San Miniato è stato presente all’esposizione universale Expo 2015 con un proprio stand di rappresentanza, da martedì 29 settembre a lunedì 5 ottobre, al padiglione Cascina Triulza, nell’ambito di un progetto realizzato da ANCI e dall’Associazione Nazionale delle Città del Tartufo. La Città della Rocca è stata anche protagonista di due giornate evento, “Buona Cultura” e “Cultura del Tartufo”.

Allo stand di San Miniato, si sono alternate dieci aziende locali che hanno offerto offriranno in degustazione i propri prodotti. Protagoniste per sette giorni sono stati: Gazzarrini Tartufi, Monica Nacci, Savitar, Frantoio Sanminiatese, In Serrata, Sapore e Gusto, Fattoria Campigiana, Mancini Adriana, Sergio Falaschi e Tuttotoscanosalumi. Spazio anche per le aziende “no food” che hanno offerto i propri prodotti da esporre nello stand, come il calzaturificio Lions. L’iniziativa della partecipazione all’EXPO è stata curata dal Comune di San Miniato e dalla Fondazione San Miniato Promozione ed è stata sostenuta dal Consorzio Conciatori di Ponte a Egola e dal Consorzio Artigiani di San Miniato Basso. Un ringraziamento speciale va alla Cassa di Risparmio di San Miniato, main sponsor di questa iniziativa sanminiatese, ancora una volta al fianco del territorio e del suo Comune”, per un evento che ha visto circa 3.000 degustazioni ed assaggi, con circa 20mila visitatori in una settimana.