Con il Treno Natura alla corte del diamante bianco

Ott 29 2019

Con il Treno Natura alla corte del diamante bianco

Nei weekend 9-10 e 16-17 novembre, la 34esima edizione della Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi a San Giovanni d’Asso (Montalcino)

CON IL TRENO NATURA ALLA CORTE DEL DIAMANTE BIANCO

Il presidente dei tartufai: “Il ritorno della pioggia ci fa prevedere un’annata favorevole per il tartufo bianco delle Crete Senesi”

 

Tra le mostre mercato italiane più longeve dedicate a questo prezioso fungo ipogeo, c’è di diritto quella delle Crete Senesi che si svolge a San Giovanni d’Asso (comune di Montalcino) che nel 2019 festeggia la trentaquattresima edizione: oltre tre decenni dedicati al tartufo bianco delle morbide colline senesi che dividono il Chianti dalla Val d’Orcia.

San Giovanni d’Asso è un castello circondato da un piccolo borgo medievale immerso in una natura incontaminata lontanissima da qualsiasi attività industriale. I tartufi bianchi sono tutti a km 0, trovati esclusivamente dai tartufai della locale cooperativa o affiliati all’associazione provinciale.

“I primi segnali e il ritorno della pioggia ci fanno pensare ad una stagione molto buona, in qualità e quantità – dice il presidente dell’Associazione tartufai senesi Paolo Valdambrini –. Certo è ancora presto, siamo ancora alle previsioni, ma se il meteo non farà brutti scherzi ci sono tutte le premesse per avere un’ottima annata di tartufo bianco delle Crete senesi. Il clou della stagione sarà, come sempre, novembre quando a San Giovanni d’Asso si svolge la Mostra mercato”.

Attorno al suo ‘diamante bianco’ San Giovanni d’Asso offre una festa ricca di proposte, dallo Square Food, stand gastronomici delle eccellenze locali dove pranzare e cenare a chilometro zero, alla cerca del tartufo insieme ai tartufai senesi e i loro cani. Per chi vuole vivere esperienze di un’altra epoca, c’è un antico treno a vapore che, partendo da Grosseto e da Siena, porta attraverso una ferrovia non più in servizio fino al Castello di San Giovanni. È il famoso Treno Natura per scoprire paesaggi inconsueti della campagna senese.

La Mostra mercato del tartufo bianco delle Crete senesi si svolge nei due classici weekend centrali di novembre (9-10 e 16-17) e offre molte possibilità per conoscere il territorio e i suoi prodotti tipici, a iniziare dalle cene di gala (sabato 9 e 16). Insieme al cosiddetto ‘diamante bianco’, considerato uno dei migliori tartufi italiani, ci sono infatti formaggi pecorini a latte crudo, insaccati, carni di Chianina e Cinta senese, olio extravergine di grande qualità, il vino della Doc Orcia e, dopo la fusione con Montalcino, anche il Brunello.

Non mancheranno visite ad aziende agricole, Museo del tartufo, cantine, frantoi e caseifici, trekking fra boschi e campagne passando per il parco archeologico di Pava, stand gastronomici e una rete di ristoranti specializzati di San Giovanni d’asso e dei comuni limitrofi che propongono per tutto il mese di novembre piatti e menù dove protagonista è il ‘diamante bianco’ accompagnato da tutti i prodotti tipici locali.

 

Sul sito www.tartufodisangiovannidasso.it e sulla pagina Facebook tutte le informazioni e il programma completo della manifestazione. Esiste anche la pagina Facebook della Mostra mercato del tartufo delle Crete senesi.

Per informazioni, il programma completo e prenotazioni contattare il 349 7504247 (Biancane servizi al turismo), oppure www.tartufodisangiovannidasso.it o ancora www.facebook.com/pages/Mostra-Mercato-del-Tartufo-Bianco-San-Giovanni-dAsso-Si

 

 

Anteprima della Mostra mercato del tartufo bianco delle Crete senesi e di Crete d’autunno con la tradizionale festa di Montisi dedicata all’extravergine (1-3 novembre)

‘IL PRIMO OLIO E ALTRO ANCORA…’, ESORDIO DELLA NUOVA SPREMITURA

Tre giorni di degustazioni, stand gastronomici, mercatini sullo stile inglese, mostre di artigianato e antiquariato lungo tutto il borgo con spettacoli itineranti d’intrattenimento

 

Nel piccolo borgo medioevale di Montisi al centro delle Crete si svolgerà la diciannovesima edizione de ‘Il primo olio e altro ancora…’ nell’ambito della manifestazione ‘Andar per frantoi e mercatini’ a cura dell’Associazione nazionale Città dell’olio.

È il primo evento della rassegna enogastronomica Crete d’Autunno e un’anteprima della Mostra mercato del tartufo bianco delle Crete senesi che si inaugura nella vicina San Giovanni d’Asso sabato 9 novembre e va avanti fino a domenica 17. Sarà un’occasione per vivere i giorni di Ognissanti alla scoperta delle bellezze e dei sapori tradizionali all’interno del panorama unico delle Crete senesi, considerate uno dei paesaggi rurali più belli al mondo.

All’insegna della cultura gastronomica, sarà possibile degustare l’olio Evo di nuovissima spremitura di quest’angolo delle Crete senesi, il primo del 2019, accompagnato dagli altri prodotti tipici della zona, dal tartufo bianco, al vino della Doc Orcia, nelle sedi delle contrade e nei ristoranti del borgo. Sarà possibile fare visite guidate ai frantoi del paese e mini corsi d’assaggio d’olio, vino miele, formaggi, nonché visite alle contrade della storica Giostra di Simone, al Museo della compagnia e al Piccolo teatrino della Grancia recentemente ristrutturato.

Mercatini sullo stile inglese, mostre di artigianato e antiquariato saranno presenti lungo tutto il borgo animato anche da spettacoli itineranti d’intrattenimento.

L’organizzazione è a cura dell’Associazione Pro Loco Giostra di Simone di Montisi in collaborazione con il Comune di Montalcino, tutto il programma su montisi-montalcino.com.

 

 

Un convoglio d’epoca per raggiungere la Mostra mercato dedicata al tartufo bianco delle Crete senesi 10 e 17 novembre

DA SIENA E GROSSETO A SAN GIOVANNI D’ASSO CON IL TRENO NATURA PER SCOPRIRE IL ‘DIAMANTE BIANCO’

Due corse con una locomotiva a vapore immersi nei paesaggi invisibili dalle normali strade su una linea ferroviaria dimenticata

 

Raggiungere San Giovanni d’Asso, alla scoperta del tartufo bianco delle Crete senesi, su un convoglio d’epoca sospinto da una locomotiva a vapore. Nei due weekend della Mostra mercato dedicata al ‘diamante bianco’ (9-10 e 16-17 novembre), il trasferimento fino a San Giovanni d’Asso diventa un viaggio indietro nel tempo.

La linea, una volta, era la via ‘veloce’ che portava ai paesi sperduti fra le Crete senesi, fino alle pendici del monte Amiata, collegandoli a Siena e Grosseto. Oggi la Asciano-Monte Antico è diventata la ferrovia simbolo di un nuovo turismo slow per riscoprire le emozioni di viaggiare a bordo di un treno a vapore immersi in paesaggi incontaminati.

È un modo diverso per raggiungere lo splendido borgo di San Giovanni d’Asso e degustare il prelibato tartufo bianco delle Crete senesi: un treno a vapore d’epoca restaurato percorre una linea quasi dimenticata capace di regalare scorci unici delle colline toscane, invisibili da qualsiasi strada.

Il declino della ferrovia Asciano-Monte Antico, chiusa oltre venti anni fa perché attraversava un territorio poco abitato e senza fabbriche, ha fatto nascere un treno turistico unico nel suo genere che riporta indietro le lancette del tempo e che si è conquistato un posto importante nel cuore delle persone che scelgono di visitare le Crete senesi.

Per chi non vuole perdersi questa avventura con la locomotiva a vapore d’epoca del Treno Natura, ci sono due corse a disposizione. La prima parte dalla stazione ferroviaria di Siena domenica 10 novembre alle ore 8.50.

Passando da Buonconvento e Monte Antico, alle pendici dell’Amiata, dalle zone del Brunello di Montalcino, raggiunge San Giovanni d’Asso alle 11.25, giusto in tempo per iniziare la visita della Mostra mercato e pranzare negli stand gastronomici dello Square Food o in uno dei ristoranti che offrono menù a base di tartufo bianco, Brunello, vino Doc Orcia e tanti altri prodotti tipici. Alle 16.30 il treno riparte alla volta di Siena concludendo l’anello fra Val d’Orcia e Crete passando per Asciano. Il rientro a Siena è previsto alle 17.45.

Domenica 17 novembre si replica, partendo questa volta dalla stazione ferroviaria di Grosseto alle ore 9.10. Si attraversa la valle dell’Ombrone fino a entrare nella Val d’Orcia per raggiungere Monte Antico. L’arrivo a San Giovanni è previsto alle ore 11.20. In questo caso il treno ripercorre la stessa tratta per tornare a Grosseto. La partenza per Grosseto è prevista alle 16.04 (con treno storico a trazione diesel) e l’arrivo in stazione alle 18.48.

Il programma potrebbe subire leggere variazioni, per questo è preferibile chiedere sempre conferma prima della partenza. I posti sono limitati ed è necessario prenotare (tel. 0577.48003, e-mail: booking@visionedelmondo.com).