Katia Ricciarelli, Gianni Letta e Claudio Lotito. Il Tartufo di Sant’Angelo in Vado diventa d’oro

Ott 26 2019

Katia Ricciarelli, Gianni Letta e Claudio Lotito. Il Tartufo di Sant’Angelo in Vado diventa d’oro

KATIA RICCIARELLI, GIANNI LETTA E CLAUDIO LOTITO. IL TARTUFO DI SANT’ANGELO IN VADO DIVENTA D’ORO

Attori, politici, imprenditori, sportivi, industriali. Il borgo dell’Alta Valle del Metauro pronto per consegnare riconoscimenti a personalità nazionali e locali che si sono distinti nei loro settori. Tanti vip anche tra il pubblico tra cui Gabriel Garko e Pamela Prati

Politica, giornalismo, televisione, cinema, imprenditoria. C’è solo un momento durante l’anno in cui tante personalità di spicco appartenenti a questi settori convogliano in un’unica cittadina, attirati dall’aroma del tartufo che in questo periodo a Sant’Angelo in Vado (Pesaro Urbino) diventa d’oro. Nell’antica Tifernum Mataurense infatti, dove dallo scorso 12 ottobre è in corso la seconda mostra nazionale più antica d’Italia dedicata al pregiato fungo ipogeo (56esima edizione), domenica 27 ottobre va in scena il Tartufo d’oro, premio che ogni anno l’amministrazione consegna a personaggi che si sono distinti nei loro ambiti.

Causa maltempo, lo scorso anno il premio dovette fare i conti con diverse defezioni alcune delle quali saranno colmate quest’anno come nel caso di Gianni Letta direttore de Il Tempo di Roma per 15 anni (fino a quando non ha intrapreso la carriera manageriale per assumere responsabilità nel Gruppo Fininvest) e già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio in tutti i Governi Berlusconi e da agosto 2018 presidente della Fondazione Gioacchino Rossini e Claudio Lotito, da 15 anni presidente della Ss Lazio e alla guida della Salernitana dal 2011, uomo colto e ironico che con le sue interviste argute ha saputo far riavvicinare tante persone al mondo del calcio ridandogli quella dimensione di sport popolare e nazionale che gli compete.

Letta e Lotito saliranno intorno alle 10.45 sul palco di piazza Umberto I per ricevere il premio, quest’anno rappresentato da una pregiata ceramica raffigurante la nuova immagine della mostra. Insieme a loro ci sarà anche Katia Ricciarelli, soprano e attrice italiana che dagli anni ‘70 a oggi si è esibita nei teatri più prestigiosi del mondo e che di recente ha confidato a La vita in diretta di aver riallacciato i rapporti con Pippo Baudo con il quale è stata sposata dal 1986 al 2004, e Teresa De Santis, direttrice di Rai 1 dallo scorso novembre (prima donna a ricoprire tale incarico) e già giornalista di Radiotre, Tg3, Panorama, La Repubblica e Il Manifesto.

In totale saranno dieci i premi consegnati in una piazza che come di consueto si annuncia sold out e che potrà applaudire anche realtà locali come Sab, azienda con sede a Sant’Angelo in Vado specializzata nella produzione di raccordi tubi e accessori destinati all’irrigazione, alla conduzione di acqua e gas che nel 2018 e 2019 è entrata nella classifica delle 500 aziende italiane Top Performer stilata dal centro studi Italypost e dal Corriere della Sera Economia e Amerigo Varotti, il direttore di Confcommercio Pesaro-Urbino che con gli Itinerari della Bellezza  e gli Itinerari Romantici ha contribuito allo sviluppo turistico degli ultimi anni di Sant’Angelo in Vado.

Il roster dei premiati è completato poi da Giacobbe Fragomeni, campione del mondo di pugilato nel 2008 nella categoria Pesi Massimi Leggeri e vincitore dell’edizione 2016 dell’Isola dei famosi; Daniele Cassioli, il più grande sciatore nautico paralimpico di tutti i tempi, vincitore di 39 titoli italiani, 25 europei e 25 mondiali; Salvatore Giordano, direttore di Confindustria Pesaro-Urbino; Alberto Minali, amministratore delegato di Cattolica Assicurazioni.

Sul palco per ricevere dei riconoscimenti speciali anche l’insegnante vadese Valentina Balducci e Maria Cristina Ciace e Marco Martines, gli avvocati della famiglia Lulli, salita tristemente alle cronache nel 2015.

I riflettori però, come consuetudine, non saranno fissi solo sul palco ma anche in platea dove arriveranno, tra gli altri, Gabriel Garko (premiato nel 2016 e ospite fisso da tre edizioni), Pamela Prati, Carlotta Maggiorana (Miss Italia 2018, incoronata 11 mesi dopo aver vinto il Tartufo d’oro),  l’attore Gabriele Rossi, l’attore e cantante Stefano Masciarelli, il direttore del Tg5 Clemente J. Mimun e la modella brasiliana Glelany Cavalcante.

L’elenco di autorità e vip è comunque in continuo aggiornamento, quel che è certo è che il sipario su questo bellissimo appuntamento si alzerà domenica mattina quando il sindaco Gianalberto Luzi e il presentatore Francesco Belfiori faranno gli onori di casa dando il benvenuto a personaggi che, come successo a tanti loro predecessori, grazie a questo premio scoprono un borgo capace di stregarli e nel quale periodicamente ritornano attirati da arte, storia e, ovviamente, tanto buon tartufo.