San Miniato

Ago 26 2010

San Miniato

Provincia di Pisa: la provincia dei tartufi!

San Miniato si trova nel cuore della Toscana a circa 40 km da Firenze, Pisa, Lucca, Pistoia e poco più da Volterra, Siena, San Gimignano, Livorno, proprio per questo motivo è soprannominata “la Città dalle XX miglia”.
Il territorio di San Miniato rappresenta complessivamente un ricco spaccato della Toscana dove accanto ad un moderno sviluppo si fondono vecchie tradizioni, una storia millenaria, un grande patrimonio artistico, un paesaggio singolare e dove ancora si vive “a misura d’uomo”.

Un pò di storia

Le sue origini risalgono all’epoca etrusca-romana: molti i reperti archeologici rinvenuti durante vari scavi. I Longobardi, nel 783, vi eressero la chiesa dedicata al martire San Miniato, dal quale prese il nome la città. Nella pianura, intorno al 700 fu fondato l’insediamento di Vico Wallari. Preesistente a questo abitato era la pieve di San Genesio, intorno alla quale si sviluppò il borgo (denominato poi anch’esso San Genesio). La vicinanza alla via Francigena ed alle vie di comunicazioni fluviali, dettero un grandissimo impulso al borgo, dove vennero tenuti concili e diete e dove si stipularono trattati ed alleanze importanti.
Con la diminuzione del flusso dei pellegrini, ma soprattutto per lo sviluppo che aveva avuto San Miniato, San Genesio si avviò ad un rapido declino e nel 1217 i sanminiatesi furono autorizzati da Federico II ad avere in perpetuo podestà sul vecchio borgo.
Il castello di San Miniato, fatto costruire da Ottone I, divenne la sede dei Vicari Imperiali con giurisdizione su tutta la Toscana. Nel palazzo imperiale soggiornarono vari imperatori di Germania: Federico II, che ristrutturò il castello e costruì la torre, Enrico VI, Ottone IV. Dopo essersi appoggiato ai ghibellini di Pisa il Comune fece parte della Lega Guelfa (1291). San Miniato fu sottomessa da Carlo d’Angiò, a cui si ribellò divenendo libero comune. Nel Trecento, da libero Comune il suo dominio si estendeva in una vasta area che comprendeva oltre 35 castelli. Poi fu sottomesso definitivamente a Firenze dal 1370. Nel 1622 fu insignita del titolo di città e fu elevata a Diocesi. Fu importante centro mediceo-lorenese. Tra la fine del ‘600 e l’inizio del ‘700 molti edifici della città furono restaurati secondo il gusto barocco del tempo, come il seminario e furono costruiti nuovi edifici come la chiesa del SS. Crocifisso, così che la città assunse l’attuale struttura urbana. San Miniato è definita “semenzaio di uomini illustri”.
Per maggiori informazioni sui Cenni Storici e Principali Monumenti, scaricate qui la Documentazione Completa.
Dalla Preistoria ai giorni nostri, passando per il Medioevo, clicca a questo Documento ricco di tutti i particolari!

Foto Gallery

Il tartufo Bianco a San Miniato

Un antico detto popolare, ancor oggi insegnato ai bambini della campagna samminiatese, dice che fra Doderi, Montoderi e Poggioderi (tre siti di cui resta traccia nei documenti medievali dell’Archivio Storico di San Miniato) c’è un vitello d’oro. Parrà strano, ma in quel triangolo nella Valdegola sta il cuore della zona tartufigena samminiatese…
continua a leggere scaricando il Documento Completo.

Le Feste del Tartufo

Mostra Mercato Nazionale del tartufo Bianco delle Colline Sanminiatesi. San Miniato centro Storico.
La Mostra si è svolge gli ultimi tre weekend di novembre
L’organizzazione della festa è a cura della Società San Miniato Promozione
Tel. o Fax 0571.418739 oppure 0571.42745
soc.cons@cittadisanminiato.it
www.cittadisanminiato.it
Festa del Tartufo e del Fungo di Balconevisi 
Balconevisi – San Miniato
3° weekend di Ottobre
Organizzazione U.S. Balconevisi
Tel. 0571 460292
Festa del tartufo di Corazzano – San Miniato
1° weekend di Ottobre
Organizzazione Ass. Culturale e sportiva di Corazzano
tel. 0571 462804
Festa del Tartufo Marzuolo 
Cigoli – San Miniato
3° weekend di Marzo
Organizzazione Ass. G. Gori di Cigoli
Tel. 0571 498930
Sagra del Tartufo Bianco di La Serra 
la Serra – San Miniato
Ultimo weekend di Settembre

Video

E’ possibile visualizzare tutti i Video del Canale COMUNE SAN MINIATO TV, clicca a questo link: http://www.youtube.com/user/ComuneSanMiniatoTV

Come Raggiungerci

Dall’Autostrada del sole A1
Uscire al casello Firenze Signa e immettersi dopo breve raccordo nella strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Uscita San Miniato.
Dall’autostrada A12
Per chi proviene da sud, uscire al casello di Collesalvetti e immettersi dopo breve raccordo sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Per chi proviene da nord, uscire al casello di Pisa-centro immettersi dopo breve raccordo nella strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Uscita Sa Miniato.
Chi viaggia in treno
San Miniato è servito da una linea:
linea Firenze-Pisa
Informazioni sugli orari delle linee toscane sono disponibili al seguente numero telefonico: 055 – 288480
Chi viaggia in aereo
Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze (km. 34)
Aeroporto toscano Galileo Galilei di Pisa (km 37) • Telefono 050.40132.
Informazioni orari voli aeroporto Firenze: tel. 055 – 061.700
Informazioni orari voli aeroporto Pisa: tel. 050 – 500.706

Indirizzi Utili

Ufficio Informazioni Turistiche Tel. e Fax 0571- 42745

Email: ufficio.turismo@cittadisanminiato.it

Comune di San Miniato centralino 0571 – 4061

www.cittadisanminiato.it

www.sanminiatotartufo.it

http://www.comune.san-miniato.pi.it/