TARTÓFLA SAVIGNO 2021, SOTTOSOPRA: TUTTE LE NOVITÀ DELLA FESTA DI QUEST'ANNO

Ott 25 2021

TARTÓFLA SAVIGNO 2021, SOTTOSOPRA: TUTTE LE NOVITÀ DELLA FESTA DI QUEST’ANNO

30, 31 ottobre / 1, 6, 7, 13, 14, 20, 21 novembre dalle 9 alle 18.

Centro Storico di Savigno, Valsamoggia

================

Dopo lo stop forzato del 2020, torna Tartófla Savigno a scandire l’arrivo dell’autunno portando con sé tutto quello che di buono il territorio ha da offrire e anche una curiosa novità: sarà infatti Sottosopra e per l’occasione ha capovolto anche il logo.

Sottosopra perché il Tartufo è la storia di una simbiosi tra ciò che sta sotto (terra) e ciò che sta sopra. Sottosopra perché questo tempo presente ha imposto un cambio di prospettiva per affrontare le sfide di oggi e quelle di domani e questo cambio di prospettiva Tartófla cercherà di indagarlo e approfondirlo anche all’interno del palinsesto. Sottosopra perché il Festival sarà un po’ diverso dal solito, per adattarsi ai nuovi bisogni e alle normative in continuo divenire.

Tartófla in tempo di Covid non perde nessuno dei suoi elementi distintivi, ma piuttosto li riorganizza nel tempo e nello spazio, offrendo maggiori occasioni per organizzare la propria visita a Savigno. Saranno, infatti, 9 le giornate dedicate al Festival, dal 30 di ottobre fino al 21 di novembre.

Lungo le vie del centro storico, mostra mercato del Tartufo con espositori locali e nazionali, Stand Gastronomico Pro Loco (con posti a sedere ridotti e distanziati), cibo di strada, percorsi di degustazione nei ristoranti e negli agriturismi locali, i ricchi banchi delle botteghe storiche, i produttori agricoli, il mercatino del vecchio, dell’antico, dell’hobbismo, dell’arte, dell’ingegno e delle Cose Buone e poi teatro, convegni, mostre e passeggiate alla scoperta del meraviglioso territorio alla ricerca del prezioso fungo ipogeo.

==================

GREEN PASS: Secondo la normativa attualmente in vigore, l’accesso alle sagre è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di certificazione verde COVID-19. Trattandosi di una manifestazione su pubblica via, in virtù dei chiarimenti del Governo, verrà posizionata apposita segnaletica, ma non sarà chiesta l’esibizione del certificato, fatto salvo per specifici luoghi ed eventi ad accesso contingentato quali, ad esempio, ristoranti, mostre e convegni.

 

PROGRAMMA FOOD

PIAZZALE BONIFICA

  • Il ristorante della Pro Loco 2021 – Confermata la location all’ingresso Sud del Paese per lo stand principale della Festa. I volontari della Pro Loco accoglieranno i visitatori con una proposta di menù molto suggestiva: un percorso culinario ricercato e innovativo che attinge sapori e profumi dalla tradizione della cucina emiliana. Anche la territorialità della produzione vitivinicola sarà ampiamente rappresentata dai vini dei produttori dei Colli Bolognesi che verranno proposti in abbinamento con i piatti del menù.

Aperto tutti i giorni A PRANZO, con 3 turni: ore 11.30, ore 13.00 e ore 14.30.

É vivamente consigliata la prenotazione a questo link: https://prenota.collinebolognaemodena.it/territori/savigno

N.B: i prezzi dei piatti con il tartufo fresco verranno resi noti ogni venerdì e resteranno validi per il solo weekend in base alle quotazioni della settimana.

PIAZZETTA MARCONI

  • Ristorante Tradizionale, il menù della tradizione, sapientemente cucinato dalle nostre “Nonne”

aperto solo la domenica dalle ore 12 alle ore 15

VIE DEL PAESE

  • Street Food: Le associazioni e i commercianti locali gestiranno i tanti punti cibo, informali e veloci, dislocati in tutta l’area della Festa: crescentine, fritti, borlenghi, polente e tanto altro potranno essere consumati negli appositi spazi allestiti con tavoli.

tutti i giorni di Festival, dalle 9 alle 18

  • Trattorie, ristoranti e botteghe – Sinonimo di eccellenza durante tutto l’anno, i commercianti, i ristoratori e gli artigiani del centro storico di Savigno si vestono a festa durante Tartófla. I loro banchi ricchi di colori, di profumi e di sapori rappresentano essi stessi un’imperdibile esperienza.

PROGRAMMA TARTUFO E TERRITORIO

PIAZZA XV AGOSTO

  • Mostra mercato nazionale del Tartufo, avvolta da un trionfo di colori dell’autunno per assaporare il profumo inebriante del Tuber Magnatum Pico

tutti i giorni di Festival, dalle 9 alle 18

  • Museo del Tartufo: lungo i portici nel cuore del Paese, tra il profumo del Tartufo e i colori del “Giardino Urbano”, verrà allestito il Museo del Tartufo, tradizionale spazio espositivo con pannelli e proiezioni che illustrano al visitatore le fasi di vita del tartufo.

tutti i giorni di Festival, dalle 9 alle 18

NEI DINTORNI

→ Sabato 30 ottobre – ritrovo ore 9

“La seconda guerra mondiale lungo il sentiero Samoggia: il bombardamento di Ponzano”

Il nostro territorio, fin dall’epoca romana, è stato terra di confine e di conseguenza di conflitti. In questa escursione ci concentriamo sulla seconda guerra mondiale, attraversando le zone dove si erano appostati i tedeschi per far fronte all’avanzata alleata e spostandoci poi sul versante opposto, dove si erano posizionati gli alleati. Avremo con noi anche una guida storica che ci illustrerà ciò che avvenne in quel periodo nel nostro territorio.

A cura di Proloco Castello di Serravalle

→ Domenica 31 ottobre – ritrovo ore 17.30 / “La notte del tartufo mannaro”

Una facile passeggiata notturna in occasione della notte di Halloween con dimostrazione di ricerca con un tartufino e il suo cane…..e il racconto della famosa leggenda del tartufo mannaro.

Al termine possibilità di cenare presso ristorante a menù convenzionato

→ Lunedì 1 novembre – ritrovo ore 9.00 / “La via del Tartufo”

Passeggiata autunnale sui sentieri del meraviglioso territorio dei tartufi con dimostrazione di ricerca con un tartufino e il suo cane.

→ Sabato 6 novembre – ritrovo ore 17.00 / “Prospettive: Legare la Terra a Cielo”

Una performance del duo artistico Antonello Ghezzi, un’opera effimera, un’installazione immersiva che vuole riflettere sulle potenzialità magiche e poetiche del paesaggio notturno e della luce, oltre che sul rapporto dell’uomo con il proprio ambiente

→ Domenica 14 novembre – ritrovo ore 9.00 / “L’Oro Bianco sulla Piccola Cassia”

Passeggiata panoramica lungo tratti dell’antica via romana con dimostrazione di ricerca del tartufo insieme ad un tartufaio e il suo cane.

→ Sabato 20 novembre – ritrovo ore 17.45 / “La notte del tartufo mannaro”

Una facile passeggiata notturna con la luna piena con dimostrazione di ricerca con un tartufino e il suo cane…..e il racconto della famosa leggenda del tartufo mannaro.

Al termine possibilità di cenare presso ristorante a menù convenzionato.

→ Domenica 31 ottobre, 7, 14, 21 – ritrovo in piazza ore 15.00 / “Mondo tartufo”

Tutto quello che avreste voluto sapere sui tartufi raccontato in 30 minuti attraverso pannelli tridimensionali dislocati per il centro storico. La domenica dalle 15 alle 17. Partenze ogni 30 minuti.

→ Domenica 7 novembre, mattino / “Trofeo Appennino Food Truffles, tappa finale” / Presso il Parco della Casellina, ritorna, la gara cani di cerca tartufo, organizzata dal Gruppo Amici del Cane da Tartufo

→ Domenica 7 novembre – dalle 10 / “T-factor” Vuoi sapere se il tuo cane ha nelle vene il fattore T? Se ha talento per trovare i tartufi? Portalo a Savigno durante il festival e mettilo alla prova sul campo con l’aiuto dei nostri istruttori!

PROGRAMMA MERCATI E MERCATINI

PIAZZA XV AGOSTO

  • Mostra mercato Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato

tutti i giorni di Festival, dalle 9 alle 18

  • Nuovo Mercato Delle Cose Buone

tutti i giorni di Festival, dalle 9 alle 18

PIAZZALE BONIFICA

  • Sapori della Terra

tutti i giorni di Festival, dalle 9 alle 18

VIE DEL PAESE

  • I Ricchi banchi delle Botteghe storiche a cura di commercianti, artigiani e ristoratori di Savigno

tutti i giorni di festival, dalle 9 alle 18

  • Mostra mercato di Arte e Ingegno

30, 31 ottobre – 1, 6, 13, 20 novembre dalle ore 9 alle ore 18

  • Mostra mercato del Vecchio e dell’Antico, Riuso, Arte e Ingegno

7, 14, 21 novembre dalle ore 9 alle ore 18

PROGRAMMA CULTURALE

ESPOSIZIONI

  • TEATRO “Franco Frabboni”: “Te lo dico al Buio” Esposizione collettiva dei lavori degli studenti della Scuola Secondaria “T. Casini” di Savigno, frutto dell’omonimo workshop tenuto dal duo di artisti Antonello Ghezzi. Gli artisti Nadia Antonello e Paolo Ghezzi hanno infatti lavorato con i ragazzi di tutte le classi dell’Istituto di Savigno con una speciale vernice fluorescente visibile nell’oscurità, hanno affrontato le tematiche dell’espressione linguistica e artistica, hanno sperimentato frasi e parole sfruttando la possibilità dell’anonimato e della totale libertà su cui il lavoro poneva l’accento.

I cittadini di Valsamoggia e il pubblico di Tartófla avranno l’occasione di leggere i messaggi sussurrati, intimi e a lungo ponderati, messaggi che si possono leggere solo spegnendo la luce e forse per questo ancora più potenti.

L’allestimento delle opere nel Teatro di Savigno è a cura di Antonello Ghezzi, Fondazione Rocca dei Bentivoglio e dell’associazione culturale Adiacenze. Con la collaborazione di Stickerslab.

Il laboratorio è tratto dalla performance “Legare la terra al cielo” di Antonello Ghezzi che si terrà il 06/11/2021 alle 17:00 nell’ambito della rassegna di arte contemporanea “Prospettive” a cura di Adiacenze.

tutti i giorni di Festival, dalle 10 alle 17.

  • Museo del Tartufo: lungo i portici nel cuore del Paese, tra il profumo del Tartufo e i colori del “Giardino Urbano”, verrà allestito il Museo del Tartufo, tradizionale spazio espositivo con pannelli e proiezioni che illustrano al visitatore le fasi di vita del tartufo.

tutti i giorni di festival, dalle 9 alle 18

STORIE, INCONTRI, PERSONE

  • Domenica 31 ottobre ore 16 e ore 18 (doppia replica)

Spettacolo teatrale “SOGNI IN SCATOLA” di e con Matteo Mazzei e Elena Fresch – NaniRossi a cura del Teatro delle Temperie

  • Sabato 6 novembre ore 15

“Biodiversità deliziosa: il Tartufo e altre meraviglie” / In anticipazione di PAN festival che si terrà a maggio 2022, un primo incontro sulla biodiversità meravigliosa, necessaria e indispensabile per la salvaguardia dei prodotti che deliziano il nostro palato

  • sabato 13 novembre ore 15 “Gli antichi frutti del futuro”
  • sabato 20 novembre ore 17 l’Accademia del Samoggia organizza un incontro per ricordare il compianto Dott. Giuseppe (Beppe) Iannini e sarà presentato al pubblico il numero 17 dei quaderni di Samodia, dedicato a Beppe, con proiezioni di immagini e spiegazioni, di chi ha contribuito alla sua realizzazione. Nello stesso incontro si terrà l’assemblea elettiva dell’Accademia del Samoggia e si procederà all’elezione del nuovo consiglio per il prossimo triennio. Al termine ai partecipanti sarà offerto un aperitivo.

**La manifestazione è inserita all’interno di “Tartufesta, la grande festa diffusa dedicata al Tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi” coordinata e promossa dalla Città metropolitana di Bologna